Blog

AEC Collection

Autodesk Industry collection: quale valore aggiunto per il mercato Construction?

Il 1° agosto sono state lanciate sul mercato le nuove Industry Collection di Autodesk che racchiudono un set di strumenti tecnologici in un unico pacchetto. Tre diverse Collection, per tre mercati differenti.

Per il settore Construction la Architecture, Engineering & Construction Collection rappresenta un validissimo strumento che permette di avere una straordinaria flessibilità e scalabilità degli strumenti lungo le diverse fasi del progetto.

 

CHE COSA INCLUDE LA NUOVA AEC COLLECTION E I VANTAGGI

AutoCAD, AutoCAD verticali e AutoCAD 360 Pro: considerato che AutoCAD e la famiglia AutoCAD rappresentano una piattaforma comune utilizzata da tutti gli operatori del settore Construction in ogni fase del progetto, possiamo affermare che si tratta di strumenti perfetti per poter avere accesso, creare la documentazione e condividerla con tutto il team.

 

Revit: il software per la progettazione BIM che permette di creare le parti della costruzione, accedere ai modelli, convertire i disegni in strumenti utili per la fase di costruzione e coordinare il progetto tra le diverse dicipline.

 

AutoCAD Civil 3D: lo strumento migliore per la progettazione di strade, ferrovie e degli interventi sul territorio.

 

Navisworks Manage: creare modelli centralizzati da oltre 50 formati diversi di file e gestire la Clash Detection, la Simulazione delle costruzioni, la quantificazione, le revisioni dei modelli e i rendering.

 

Vehicle Tracking: lo strumento ad hoc per analizzare le movimentazioni in cantiere di automezzi, camion, gru e altre tipologie di grossi veicoli.

 

3DS Max: rendering fotorealistico utile per presentare al meglio il progetto aumentando le chanche di ottenere la commessa.

 

Formit 360 Pro: uno strumento per il concept di edifici completamente integrato con Revit che permette di creare i layout di cantiere su PC o device mobili.

 

Infraworks 360: un tool per la progettazione concept per le infrastrutture, collegato a Civil 3D, che permette di creare layout di cantiere, simulazioni di traffico e visualizzazioni.

 

Insight 360: permette di effettuare analisi di sostenibilità e verificare che ogni singola modifica ai materiali non intacchi il risultato finale.

 

Recap 360 Pro: permette di utilizzare le nuvole di punti ottenute dai rilievi laserscanner e la fotogrammetria per comprendere al meglio le condizioni dell’esistente e verificare le condizioni degli edifici.

 

Rendering in A360: il servizio cloud che permette di creare velocemente e in maniera semplice rendering di alta qualità da file Revit o Navisworks.

 

Structural Analysis: analizzare le impalcature e i lavori in corso prodotte in Revit per migliorare la sicurezza del cantiere.

 

Online storage:  permette di avere accesso ai modelli e ai disegni.

 

AEC Collection

 

 

COSA NON INCLUDE L’AEC COLLECTION

Autodesk propone altri strumenti che possono completare la Collection e venire incontro alle necessità del settore Construction:

 

BIM 360: una suite completa di prodotti cloud studiata per le esigenze del contractor che permette il coordinamento, la pianificazione del commissioning e della produzione, il layout 3D, i controlli di qualità e la gestione della sicurezza.

 

Point Layout: permette di coordinare senza interruzione le informazioni sul campo ed utilizzarle per l’analisi dell’as built, per velocizzare e ridurre la rilavorazione.

 

Stingray: è uno strumento per il “gaming” del progetto costruttivo in 3D, per migliorare la sua comunicazione e la sicurezza in cantiere

 

Per maggiori informazioni sull’AEC Collection rivolgiti al consulente Systema di fiducia o invia una mail a marketing@systemasrl.it

 

Per approfondimenti:

 

 

Articolo originale (in inglese): http://beyonddesign.typepad.com/

Nessun Commento

0

Commenti chiusi