Notice: wp_add_inline_script è stato richiamato in maniera scorretta. Non passare i <script> tag a wp_add_inline_script(). Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.5.0.) in /home/as27emdv/systemasrl.it/wp/wp-includes/functions.php on line 4667
Side Menu
Case history ETS Srl

ETS s.r.l.

 

Intervista ad ETS Srl, società di ingegneria per cui competenze multidisciplinari e tecnologie innovative sono sempre state caratteristiche fondamentali. Con l’introduzione del Building Information Modelling si aprono nuove opportunità di business. Ecco il loro racconto di approccio graduale e ragionato al BIM, gli step di implementazione, i vantaggi e le criticità affrontate.

Il nostro approccio alla progettazione di tipo “tradizionale” è stato sempre caratterizzato da un elevato livello di multidisciplinarietà, requisito necessario ad affrontare progetti ingegneristici complessi e di integrazione, visto il costante rapporto con le Aziende realizzatrici
dell’opera” – afferma l’Ing. Domenico Chiaino, Amministratore Unico ETS S.r.l. -. Prosegue Chiaino “Queste caratteristiche ci hanno portato inizialmente a guardare al BIM come potenziale nuova risorsa per migliorare il nostro flusso di lavoro e delineare un processo integrato funzionale alla gestione ed al monitoraggio dell’intero ciclo di vita dell’opera; la cogenza normativa ha poi imposto l’accelerazione del processo già in atto, sottolineando la necessità di investimenti in nuove risorse, formazione e tecnologia.“.

 

Link utili: http://www.etsingegneria.it/it/ 

 

SCARICA LA VERSIONE INTEGRALE DELLA CASE HISTORY!

 

0