Blog

I 10 trend del mercato Construction e AEC da tener sott’occhio nel 2016

Chiuso il 2015 è tempo di valutare quali sono i maggiori trend per il prossimo anno. Oggi si parla del mercato delle costruzioni.

Gli analisti prevedono un 2016 pieno di sfide per il settore del Construction, come spiegato all’interno della ricerca di Dodge Data & Analytics 2016. La ricerca è americana, è vero, ma tenendo conto delle dovute differenze tra il mercato italiano e quello statunitense, possiamo trarne come al solito degli spunti di riflessione.

In un articolo pubblicato il 4 gennaio su Construction Dive, emergono 10 trend di cui tener conto per quest’anno. La classifica è stata stilata interpellando alcuni esperti di diversi settori del mercato costruzioni: dai nuovi trend tecnologici, alla forza lavoro, alle preferenze degli acquirenti finali. Ma un filo conduttore accomuna tutti gli esperti: l’aspettativa di un 2016 in forte crescita.

 

Ecco di seguito i maggiori trend del mercato costruzioni americano:

 

  1. La carenza di manodopera specializzata continuerà ad affliggere le imprese di costruzione.

Una porzione significativa della forza lavoro che ha lasciato il mercato durante la recessione non è più ritornata e le imprese sono alla ricerca di personale a tutti i livelli. Gli esperti sostengono che questa crisi di personale qualificato permarrà per il 2016 e oltre, e ci vorranno diversi anni per tornare a regime.

 

2. La prefabbricazione diventerà sempre più popolare.

La prefabbricazione – o costruzione modulare –  si è affermata come metodologia alternativa che permette una riduzione dei tempi di costruzione, meno sprechi e possibili risparmi in temini di costi. Il trend per il 2016 è quello di una sempre maggiore adozione di questo tipo di costruzione.

 

3. Le imprese di costruzione saranno più caute nella scelta dei progetti.

Tra le conseguenze della recessione e della diminuzione di forza lavoro c’è una maggiore cautela nell’assumere in carico nuovi progetti e negli investimenti per la crescita da parte delle imprese costruttrici. In pratica vengono accettati solo i lavori che possono essere gestiti senza investire ulteriormente.

 

4. Il BIM diventerà una necessità, e l’interesse verso la tecnologia sarà sempre maggiore.

Il Building Information Modeling è un trend in crescita da anni, e non è esclusiva solo delle grandi aziende o società di engineering. Gli esperti hanno confermato che il BIM permette di ottenere benefici tangibili, indipendentemente dal livello di implementazione. Come ormai è noto, il processo BIM consente, ad esempio, di generare una documentazione più coerente, accurata e in maniera più veloce. Inoltre gli utenti BIM hanno la possibilità di migliorare la collaborazione e il coordinamento con le altre parti coinvolte nel progetto.

 

5. La progettazione ecosostenibile sarà in crescita per il settore commerciale e residenziale.

Il trend è in crescita in entrambi i settori non solo per la volontà di produrre strutture efficienti dal punto di vista ambientale, ma anche grazie alle richieste dei consumatori, ai migliori risultati in termini qualitativi e ai risparmi sul medio-lungo periodo.

Nel settore residenziale, le costruzioni ecosostenibili rappresentano tra il 26% e il 33% del totale del mercato americano, e la tendenza ha contribuito attivamente  alla ripresa dopo la recessione.

 

6. Aumento degli incidenti nei cantieri e dei reati connessi alle costruzioni

Durante il 2015  i controlli da parte delle autorità degli Stati Uniti e le disposizioni prese nei confronti della cattiva condotta sui cantieri e dei reati collegati alla sicurezza si sono inaspriti. Anche le indagini su frodi, corruzione, estorsioni, riciclaggio di denaro sono aumentate. Gli esperti sostengono che il focus sui reati legati al mercato delle costruzioni perdurerà per i prossimi anni (tutto il mondo è paese…).

 

7. Il boom del settore plurifamigliare subirà un arresto a favore del monofamiliare

Dodge Data prevede che le costruzioni monofamigliare avranno un aumento del 20% nel 2016, mentre il plurifamigliare solamente del 7%, dopo anni di incremento a due cifre.

 

8. La tecnologia laser scanner acquisirà sempre maggior popolarità.

Oltre al BIM che tenderà a dominare la scena delle costruzioni per i prossimi anni, un’altra tecnologia “emergente” sta avendo e continuerà ad avere un forte impatto nel settore. Si tratta del Laser Scanning, che attraverso la nuvola di punti può creare una riproduzione digitale delle dimensioni e della posizione degli oggetti in un determinato spazio. Questi punti cloud possono essere importati in un modello BIM e trasferire una serie di informazioni utili in maniera automatica.

 

9. La ristrutturazione sarà un trend in crescita, specialmente per quanto riguarda luxury

Viene stimato che a partire dal 2012 gli investimenti in ristrutturazioni siano duplicati. Soprattutto negli immobili di lusso.

 

10. Gli acquirenti preferiscono gli immobili siti in quartieri serviti da mezzi pubblici e nelle vicinanze delle “Walkable Community”

Quella delle Walkable Community è una tendenza in crescita negli U.S., soprattutto tra i millenials. Per “Walkability” si intende un modo ecosostenibile di muoversi camminando e utilizzando i mezzi pubblici.  E’ chiaro che per poter spostarsi esclsivamente con i trasporti pubblici e i propri piedi, sono necessarie delle infrastrutture e una progettazione della strada e della viabilità particolare. Oltre a ciò, si cerca la vicinanza a zone commerciali e agli uffici.

 

Più in generale, riportiamo di seguito la traduzione di un altro articolo relativo ai Top 10 AEC trend per il 2016. La classifica è stata redatta interpellando i manager Autodesk del settore Architettura, Ingegneria e Costruzioni (e non solo)

 

  1. Si intensificherà la pressione sul settore e sui prezzi degli immobili fintanto persisterà la crisi nei mercati maturi.
  2. I cantieri sembrano sempre più delle “fabbriche a cielo aperto” con l’automazione, la prefabbricazione e la stampa 3D
  3. Green is the new black! I city planner prenderanno le decisioni sempre più in base a tre parametri: elasticità, sostenibilità e vitalità economica
  4. Al crescere degli assembramenti urbani, cresce la domanda di infrastrutture e i servizi (scuole, accesso facilitato al posto di lavoro, ospedali etc…)
  5. Ridurre gli sprechi per un mondo più ecosostenibile
  6. Si riscontra una sempre maggior richiesta – da parte della committenza e della legislazione statale – di utilizzare tecnologie BIM per progettare con maggiore produttività e meno sprechi
  7. L’IoT (Internet of Things) connettendo e raccogliendo i dati da diversi dispositivi –  impianti di sicurezza, HVAC , illuminazione, ascensori e scale mobili , impianti elettrici e idraulici – permettendo un maggior efficientamento energetico e un controllo migliore delle prestazioni degli edifici e della loro manutenzione.
  8. Le economie emergenti miglioreranno l’efficienza nei processi di progettazione , la costruzione, e le operazioni a livello mondiale, con investimenti ecosostenibili resi possibili dall’accordo di Parigi COP21 sui cambiamenti climatici.
  9. Architetti ed ingegneri avranno un ruolo sempre più importanti nella soluzione delle sfide globali.
  10. La realtà può essere catturata , aumentata , e resa virtuale attraverso i Big Data, per creare uno specchio digitale del mondo fisico in tempo quasi reale .

 

 

Per saperne di più

La ricerca Dodge Data & Analytics 2016 (in inglese):

http://construction.com/about-us/press/New-Construction-Starts-in-2016-to-Grow-6-percent.asp 

http://www.constructiondive.com/news/inside-the-dodge-2016-construction-outlook-commercial-residential-predic/408351/

Articolo originale “10 Construction Industry Trends to watch in 2016” (inglese): http://www.constructiondive.com/news/10-construction-industry-trends-to-watch-in-2016/411402/

Walkability (definizione Wikipedia): https://en.wikipedia.org/wiki/Walkability

Top 10 AEC trends for 2016 (articolo originale): https://www.linkedin.com/pulse/top-10-aec-trends-2016-phil-bernstein?linkId=19711218

No Comment

0

Sorry, the comment form is closed at this time.